15 aprile 2006

Dittatura della maggioranza in salsa prodiana

Per chiarire meglio quanto, nel post precedente, non mi interessasse aprire un dibattito teorico-filosofico sul termine "dittatura della maggioranza (sia che partisse da Tucidide/Pericle, piuttosto che da Tocqueville o Hamilton), riporto alcune delle dichiarazioni di "altissimo livello" profuse da quel finissimo filosofo liberale che è Romano Prodi... e di alcuni suoi alleati.
Leggere quanto segue alla luce dei dinieghi che il capo della futura minoranza di governo oppone alle offerte di collaborazione di Silvio Berlusconi (l'altro vincitore delle elezioni 2006).
Buona Pasqua!
Perla

|

Links to this post:

Crea un link

<< Home