21 aprile 2006

George e Silvio chiamano tutti... meno lui

Da Il Foglio di oggi una strepitosa "Andrea's version": "Ieri ha chiamato anche me, driiin, pronto, "Sono l’Amor vostro", chi? "Congratulazioni vivissime", a che proposito? "Congratulazioni vivissime", clic, e ha chiuso. Sta chiamando al telefono chiunque. L’ex ministro Ruggiero: "Complimenti sinceri", perché? "Così". Il deputato Schultz: "Mi felicito". Si è rallegrato con Follini per la combattività dimostrata, con la procura di Milano per il puntiglio, ha riconosciuto il valore imprenditoriale di Carlo De Benedetti e l’ha voluto fare a tu per tu. Passa ore al telefono. Ma Prodi? Niente, non lo chiama. E quello s’incazza. Forse lo chiamerà oggi, forse nemmeno oggi. Forse domani, forse nemmeno domani. C’è chi dice che fa bene, c’è chi dice che fa male. E’ una cosa poco inglese. No, è una cosa abbastanza inglese. E normale. E’ anormale. E’ democratico. Non è democratico. E’ accettabile. E’ inaccettabile. Anzi, è barbaro. Ma no che non è barbaro, il dibattito scoppietta, i giornali ci sguazzano, l’attesa di un trillo fa più rumore di Piedigrotta e quello poveretto si deprime: "Tutto questo è triste, molto triste". Ecco. Dev’essere per tirarsi su che incontra così spesso quel mattacchione di Fassino." Commovente questa versione del compassionevole Marcenaro per il quale qui si nutre una vera e propria adorazione. Chi scrive vorrebbe condividere i tanti "interrogativi" di Andrea e allo stesso tempo rassicurarlo per il fatto che a Romano una telefonata importante e consolatoria è arrivata, quella di Hamas. Per quanto riguarda Silvio poi, qui non siamo negli USA e il presidenzialismo bipolare è ancora da venire, per cui il rito della telefonata in stile Al Gore - Bush non è ancora in uso, nè la si può definire uno sgarbo istituzionale quando non venisse effettuata dallo sconfitto che nel nostro caso non è neppure sconfitto. In quanto a George W. Bush, bè anche lui ha il telefono costantemente occupato. Ora sembra che abbia mandato a dire a Prodi che, appena finirà di parlare con Silvio, magari un salutino by phone glielo farà. Ancora un pò di pazienza... E intanto Prodi si consoli con la telefonata di felicitazioni di Hamas. -Aggiornamento doveroso per i posteri- Bush ha telefonato Ultimo aggiornamento affidato ancora alla "Andrea's version" da Il Foglio del 22 aprile 2006: "Berlusconi e pure Bush, questa dell’apparecchio che a Prodi non squillava stava diventando un tormento. Ha detto ancora ieri che lo hanno chiamato tutti meno loro due. Poi Bush ha chiamato, ma solo lui. Dispiaceva, ma cosa si poteva fare? L’avrebbe potuta risolvere alla svelta Paolo Guzzanti, ma non ha voluto perché è senatore. S’era liberato Tabacci, ma non sa fare le voci. Non viene in mente niente. L’unica, per Prodi, è forse aver pazienza e consolarsi pensando all’apparecchio di Follini. Lo chiamavano ogni giorno dal Corriere: “Congratulazioni, Follini, molte congratulazioni”. Poi dev’essere successo qualcosa. Anzi, qualcosa di strano. Adesso è lui che chiama, chiama, chiama, e al Corriere non gli risponde nessuno. Che abbiano le orecchie a culo di gallina?"

|

Links to this post:

Crea un link

<< Home