9 febbraio 2007

Anche dello stesso sesso

Trascrizione di uno stralcio dalla conf. stampa sui Di.Co (ex Pacs)

Giuliano Amato la mette così: ”…Se io sono legato da un rapporto amoroso con una persona del mio stesso sesso, omosessuale, e ho la legittima aspettativa che se mi ammalo e sono in ospedale l’unica persona al mondo che si occupa di me, che è il mio partner omosessuale, possa venire in ospedale a portarmi i ricambi e ad assistermi moralmente, perchè dovrei dire no, questo diritto dev’essere solo mio? ....

Se si tratta di una zia che ormai vive sola con la nipote, a lei no? Perchè dovrei dire di no?

Chi avrà domani, in Italia, il coraggio di dire di no, di pretendere questa esclusiva?

E’ possibile, perciò, che formule come quelle di questa legge siano tali da ospitare le due interpretazioni non diverse ma che si aprono a mondi diversi.

Vedete, la legge si apre dicendo due persone maggiorenni e capaci, anche dello stesso sesso, unite da reciproci vincoli affettivi, che convivono stabilmente, ecc.

Anche dello stesso sesso include la coppia omosessuali e includono anche i due anziani rimasti vedovi che hanno paura a stare soli in casa e che vivono insieme, così se uno si sente male c’è l’altro che chiama il 118.

Anche dello stesso sesso. Può significare entrambe queste cose...”

Queste le parole del dottor Sottile.

Questa è la sua quadratura del cerchio.

Questa, con buona pace di Grillini, è un’accusa chiara alle persone gay di “pretendere” una legge solo per loro e, per converso, una captatio benevolentiae rivolta alla Chiesa di Roma.

Questo è, senza dubbio, il disegno di legge più ipocrita e inapplicabile uscito nelle ultime settimane da Palazzo Chigi.

Per ottenere un vero risultato sarebbe bastato modificare la legge sulla privacy che ostacola la vita dei cittadini, altro che tutelarla.

Meglio sarebbe stato per tutti eliminare alla radice la burocrazia dai contratti tra privati sulle proprietà e le pensioni.

Si è persa una buona occasione per delegiferare.

Invece altre false tutele, altra carta bollata, altri reati per truffa da perseguire, già previsti dal ddl del governo.

Tags: Di.Co, Pacs, Giuliano Amato

|

Links to this post:

Crea un link

<< Home