22 maggio 2007

Sono belle, sono sexy e si prendono tanto in giro

Si chiamano Melonas, sono norvegesi e, da donne, fanno satira contro le donne.

Sono le protagoniste della serie televisiva satirica più divertente della settimana dove, graffianti e sorridenti, hanno messo a nudo le debolezze dell’universo femminile più emancipato del mondo.

Ogni settimana, dopo il tg nazionale delle 19, nelle case dei norvegesi entrano queste donne divertenti e scatenate alle prese, ad ogni puntata, con un tic, un vizio, una meschinità, una nevrosi e tante debolezze che qualche volta abbiamo creduto prerogativa solo maschile.

Le Melonas, politicamente molto scorrette, si canzonano, satireggiando così le figlie delle mitiche guerriere vichinghe.

Sarebbe stato divertente e istruttivo pubblicare i video con le puntate settimanali del serial su questo blog ma i dialoghi in norvegese, non sono decisamente molto abbordabili per almeno due o tre dei lettori che passano di qua, per cui abbiamo desistito, non del tutto però.

Ecco qui un assaggio, (il link porta al video) molto esplicativo, di come le donne scandinave sappiano essere autoironiche, sexy e intelligenti.

Le immagini sono eloquenti e inequivocabili; la colonna sonora e l’ambientazione riconoscibilissime, pertanto i dialoghi passano in secondo piano.

Un aiuto per la comprensione dell’episodio è comunque utile.

La scena si svolge in un aeroporto.

La protagonista dell’episodio deve sottoporsi al controllo del metal detector.

L’addetto alla sicurezza è un giovane poliziotto che la fanciulla metterà in imbarazzanti difficoltà a causa dei ripetuti, piacevoli palpeggiamenti che, scientemente, attirerà su di sè, nascondendo oggetti metallici in alcune zone erogene del suo avvenente corpo.

Ogni volta che scatta l’allarme lei nega di avere addosso cose proibite, costringendo lui a procedere alla verifica.

Nonostante la musica ad alto tasso erotico e le perquisizioni nelle parti piuttosto intime, la timidezza del poliziotto e l’innocente malizia della ragazza tolgono ogni morbosità alla gag.

Via via le Melonas hanno interpretato inconfessabili aspetti della psicologia femminile e certe volte l’umorismo è quasi nero ma sempre spassoso e intelligente.

Le tipologie professionali, culturali e sociali sono variegate, descrivono impiegate, poliziotte, mamme, amanti, campionesse sportive, danzatrici acquatiche, ecc.

Ce n’è per tutte e, quel che sarebbe improponibile in Italia, non sono solo le dissacrazioni che un certo malinteso femminismo fuori corso storico non gradirebbe affatto ma è anche l’orario nel quale le disinibite Melonas vanno in onda, quando cioè anche i bambini sono davanti alla tv.

Un altro riconoscimento al merito è dovuto al fatto che le attrici, straordinariamente brave, non temono di imbruttirsi ed abbrutirsi pur di ottenere l’effetto comico voluto.

Nell’augurarvi buona visione (Quicktime permettendo), Perla vi dà appuntamento a fra un mese, di ritorno dall’Italia, dove per la prima volta viaggerà da turista con passaporto norvegese.

PS.: Perla è sbarcata in Rai...quasi.

Tags: Donne, Norvegia, Femminismo, Satira

|

Links to this post:

Crea un link

<< Home