17 luglio 2006

Rai, di tutto, di più e di peggio

Se la Rai ulivista del quinquennio ‘96/01" vi era apparsa un perfetto modello di disinformazione sovietico, evidentemente vi durerà fatica trovare un termine peggiore di paragone per l’attuale servizio pubblico. Insieme però ce la possiamo fare e, anche alla luce di come vengono trattate l’opposizione e la crisi mediorientale, suggerirei, come modello al quale si sta ispirando il governo Prodi-Petruccioli, la tv iraniana Sahar o quella Hezbollah Al manar!. Ieri sera è stato interessante seguire il tg1 e il tg2 e poter apprezzare il lungo servizio sulla rappresaglia di Israele contro gli Hezbollah. Naturalmente in primissimo piano la sofferenza della popolazione civile libanese con aggiunta di testimonianze a iosa degli Italiani rientrati scampando al pericolo della violenza sionista grazie al pacato ministro D’Alema! Casualmente il suddetto ministro si trovava all’aeroporto e, (perchè no?) ha rilasciato una lunga dichiarazione sul buon lavoro svolto dalla Farnesina e il solito blà blà sinistrese sul conflitto mediorientale. E’ seguito il servizio sul G8 e come non essere “orgoglioni” di come il nostro presidente Prodi si trova al centro della scena mondiale? Un “Facilitatore” internazionale che risolverà la gravissima crisi chiamando come intermediatore del massimo mandante di tanta criminalità che si chiama Iran! Come terza notizia i due tg ci riservano Bertinotti (terza carica dello Stato) impegnato in un convegno di partito in Portogallo. Poi veniamo informati dell’intervista di Napolitano ad un quotidiano tedesco e le sue dichiarazioni di dirigente diessino vengono trattate come fossero acqua fresca quirinalizia. "E l’opposizione?", chiederete voi. Bè, all’opposizione il tg1 ha riservato quattro micro dichiarazioni (due delle quali di apprezzamento a Napolitano) eseguite immediatamente da altre della sinistra. Per il tg2 l’opposizione non esiste proprio. Oggi le cose non sono andate affatto diversamente, salvo due brevi dichiarazioni in voce di rappresentanti della Cdl, della quale una di apprezzamento alle parole di Enrico Letta. E Berlusconi? Cassato! Tutto quanto sopra, devo ammetterlo, mi fa rimpiangere persino la Rai di Zaccaria e il suo panino. Intanto la Commissione di vigilanza Rai, l’unica o quasi di presidenza dell’opposizione, ancora non è stata varata, vittima della litigiosità del centrodestra che non trova un accordo al suo interno. Che tristezza... Sabato questo blog ha pubblicato un post che potrebbe inaugurare un dossier sull’arroganza unionista al potere e ha già un grande redattore nella persona di Phastidio il quale, non da oggi, denuncia questi episodi di regime dal suo straordinario blog. Numero arretrato NB: il satellite porta in Scandinavia l’Italia radiotelevisiva non a pagamento, tutta al completo; questo, unitamente alla banda larga, dà a questo blog gli strumenti e le informazioni per interagire con l’Italia al pari (a volte meglio) di chiunque viva nel Bel Paese.

|

Links to this post:

Crea un link

<< Home